fbpx

Ultimi Articoli

Rimani in contatto

Seguici sui social

Vai a lavoro in bicicletta? a Milano arrivano i rimborsi

valigettaNel 2016 la lotta allo smog e la volontà di promuovere maggiormente la mobilità sostenibile sul proprio territorio hanno portato il comune di Milano a seguire l’esempio francese: un indennizzo di qualche decina di centesimi a km per chi decide di utilizzare la bici per i suoi spostamenti quotidiani da casa al lavoro e viceversa.

 

Milano punta così all’assegnazione di almeno una parte dei 35 milioni stanziati dal governo, per la precisione dal Ministero dell’Ambiente, a favore di quei comuni che presenteranno innovativi progetti di mobilità eco-sostenibile per il proprio territorio.

 

Lo stesso progetto ha avuto molto successo in Francia nel 2015: i cittadini certificano gli spostamenti in bicicletta tramite una app istallata sul cellulare e ricevono un indennizzo di ben 25 centesimi al km.

 

Il “Piano Bici” milanese deve ancora stabilire rimborsi e modalità precise ma la strada è ormai decisa. Anche il Mobility Manager del Politecnico di Milano è già stato interpellato in merito e conferma che presto verranno resi noti tutti i dati. Non resta che aspettare l’apertura del bando del governo.

 

Sebbene l’emergenza smog sia oggi rientrata, l’idea francese potrebbe essere la giusta soluzione per evitare una nuova emergenza nei prossimi anni. Se i cittadini di Milano aderissero all’iniziativa, lasciando a casa l’automobile, i livelli di polveri tossiche e gas serra nell’atmosfera si ridurrebbero notevolmente in città. Senza contare il beneficio che si trarrebbe da strade meno trafficate e quindi decisamente meno pericolose e più vivibili da tutta la popolazione.

 

E voi sareste propensi ad andare a lavoro in bicicletta ogni giorno in cambio di un indennizzo in denaro?

Cosa ne pensi di questo articolo?