fbpx

Ultimi Articoli

Rimani in contatto

Seguici sui social

L’importanza dell’altezza del tubo di sterzo

L’importanza dell’altezza del tubo di sterzo

Negli ultimi anni c’è stata la tendenza di alcune aziende costruttrici di biciclette di aumentare l’altezza del tubo di sterzo. Qual è il motivo? Più alti con la posizione in presa sul manubrio , alle leve o sotto nella parte più bassa si sta meglio? Come sento dire spesso…” si sta più comodi più alti davanti non vado mica a fare le corse io!!? “
Perché poi è questo il pensiero comune di tanti ciclisti quando si parla di posizione “comoda” in bicicletta.
Non c’è cosa più errata pensare questo ahimè perché in tale modo , come spesso accade, ci facciamo condizionare, influenzare da una tendenza del mercato.
Dobbiamo invece chiederci se a noi serve e, nello specifico, perché.

Biomeccanica

Una posizione del busto più alta o meno inclinata verso il basso come sarebbe meglio dire può essere utile in alcuni casi : sovrappeso , problematiche importanti della colonna vertebrale ( lombare e cervicale ), operazione dell’anca, ridotta mobilità.
In tutti gli altri casi le articolazioni del ciclista e la colonna vertebrale devono rispettare determinate sequenze angolari.
Ebbene sì , perché esistono dei valori universalmente riconosciuti dagli studi effettuati in diversi paesi , ricercatori e studiosi sul movimento del ciclista.
Ah dimenticavo, perché “ ora è di moda…..” sento anche dire!
La moda la fanno gli stilisti sulle passerelle, gli attori, le rock star ma non di certo gli avventati inventori di nuove e assurde formule.

Biomeccanica

Quindi ricordatevi che anche l’altezza del tubo di sterzo ( poverino..! ) è un “ classico e deve calzare a pennello per la nostra morfologia ,esigenze e reali necessità!
Sembrerà strano ma se la posizione del busto è troppo alta e quindi anche corta, si possono avere dolori a carico alla zona cervicale , alle braccia , alle mani e anche alla zona lombare.
I classici campanelli d’allarme sono : formicolio alle mani ( parestesia ) e tensione al collo, oltre al condizionamento in generale di tutta la posizione perché non avendo il corretto allungamento della colonna vertebrale ci spostiamo indietro per distenderci influenzando negativamente la corretta altezza della sella e quindi anche della pedalata.

BiomeccanicaBiomeccanica

– Giuseppe Giannecchini
#biomeccanico #giuseppegiannecchini

Cosa ne pensi di questo articolo?