fbpx

Ultimi Articoli

Rimani in contatto

Seguici sui social

Sindrome del piriforme, come combatterla

Cos’è la sindrome del piriforme?

È un disturbo di natura neuromuscolare che colpisce il muscolo piriforme, un muscolo situato nel gluteo.

Quali sono i sintomi?

Sono molti e molto simili ad una sciatalgia.

Può presentarsi un rigonfiamento nella zona dell’osso sacro e deficit motori, spesso causa di problemi durante i rapporti sessuali.

Inoltre, accavallando le gambe, se percepite dolore nella gamba piegata potreste soffrire della sindrome del piriforme.

Naturalmente prima di giungere a conclusioni affrettate è bene rivolgersi ad un medico.

Come combatterlo e prevenirlo?

Con lo stretching piriforme, una ginnastica leggera indicata per coloro che soffrono dell’omonima sindrome. Questo tipo di esercizio permette di ridurre il dolore in modo naturale, traendone importanti benefici.

Ecco 3 diversi esercizi che potete usare in caso di dolore ma anche per prevenirlo. Vi permetteranno di recuperare il giusto allungamento del piriforme grazie allo stiramento graduale del muscolo.

  1. Distendetevi sopra un tappetino e mettetevi in posizione orizzontale. Afferrate con le mani il ginocchio destro e mettete il piede sinistro sul ginocchio destro. Portatelo poi verso il petto e mantenete la posizione per 5 o 6 secondi. Ripetete l’esercizio con l’altra gamba.
  2. Sedetevi sopra il tappetino con le gambe allungate. Flettete la gamba destra e portatela all’interno coscia. Quella sinistra tenetela verso l’esterno. Mantenete la posizione per cinque secondi e ripetete l’esercizio con l’altra gamba.
  3. Sedetevi su una sedia. Prendete il piede destro e mettetelo sopra la coscia sinistra e fate pressione con la mano sulla gamba che state allungando. Mantenete questa posizione per circa 30 secondi. Ripetete l’esercizio.

Con l’ausilio di una pallina è possibile integrare altri 2 esercizi.

  1. Mettete la pallina sotto la fascia plantare ed eseguite movimenti rotatori con il piede così da mantenere il contatto con la pallina. La pressione deve essere crescente ma fate attenzione che la pallina resti sempre nel centro, senza andare al calcagno o le dita. Fate 10 rotazioni e dopo una pausa. Poi ricominciate.
  2. Mettetevi supini e appoggiatevi sulle mani. La pallina deve essere messa a contatto con il piriforme. Dovete esercitare una pressione crescente ma allo stesso tempo moderata così da fare rotazioni a contatto con la pallina. Per sorreggere il corpo invece, aiutatevi con le braccia. Attenzione a non appoggiare la pallina su anche e femore.

Cosa ne pensi di questo articolo?