Ultimi Articoli

Rimani in contatto

Seguici sui social

Sostituti dello zucchero: pro e contro

Lo zucchero fornisce energia ma nessuno dei minerali essenziali di cui il corpo ha bisogno. Se consumato in quantità eccessive può diventare molto dannoso per l’organismo.
L’organizzazione mondiale della sanità raccomanda una dose quotidiana di massimo 50 gr al giorno (circa 12 cucchiaini). Se avete intenzione di rispettare tale consiglio, oggi si trovano in commercio molti prodotti sostitutivi dello zucchero. Vediamo se sono effettivamente più sani o meno.

MIELE  
Il miele è un prodotto naturale al 100%, ha molte vitamine essenziali ed è utilizzato come dolcificante fin dall’antichità.

Pro: Viene utilizzato dalla medicina naturale anche come antinfiammatorio, antibatterico e antisettico. E’ ideale insieme allo zenzero per combattere il raffreddore.

Contro: 100gr di miele equivalgono a circa 130 calorie quasi quanto lo zucchero bianco. Non è la soluzione ideale per risparmiare calorie.

ZUCCHERO DI BETULLA
Lo xilitolo, meglio noto come zucchero di betulla, è presente naturalmente in cavoli, bacche e prugne, ma può essere ottenuto anche attraverso un processo chimico. Viene normalmente utilizzato come dolcificante per le gomme da masticare.

Pro: questo tipo di zucchero ha il 40% in meno di calorie rispetto allo zucchero bianco, non causa le carie e non incrementa i livelli di zucchero nel sangue.

Contro: 100 gr di xilitolo contengono circa 240 calorie e mangiato in quantità elevate può causare disturbi gastrointestinali. E’ inoltre molto dannoso se ingerito dagli animali.

STEVIA
Si tratta dello zucchero estratto da una pianta del Sud America chiamata Stevia Rebaudiana. Ha anche proprietà emollienti ed è quindi stato utilizzato inizialmente nei prodotti per l’igiene.

Pro: la stevia non ha calorie, non danneggia la salute dei denti e non fa aumentare i livelli di zucchero nel sangue.

Contro: quella normalmente contenuta nei cibi è di origine artificiale e non contiene alcun nutriente. La stevia è 400 volte più dolce dello zucchero ma ha un retrogusto amaro. E’ preferibile consumarla in piccole quantità perché non ci sono molto studi sui suoi effetti.

NETTARE D’AGAVE
Conosciuto anche come sciroppo d’agave, è una sostanza ricavata dal succo d’agave, una pianta messicana. Ha un sapore simile al miele ma una consistenza meno densa.

Pro: l’agave contiene vitamine e minerali, essendo più liquido del miele è più facile da disciogliere in cibi e bevande. E’ perfetto anche per i vegani.

Contro: è un alimento molto calorico (più o meno come il miele) e contiene molto fruttosio. Assumerne in grandi quantità può causare un aumento dei livelli di grasso nel sangue e nel fegato.

ZUCCHERO DI COCCO
Lo zucchero di cocco è estratto dal nettare dei fiori della palma di cocco ed ha lo stesso sapore del caramello.

Pro: contiene molte vitamine e minerali tra cui magnesio, ferro e zinco.

Contro: come il nettare d’agave, contiene molto fruttosio che può causare un aumento dei grassi nel sangue e nel fegato. Inoltre questo zucchero è molto costoso (circa 20€ al kg) perché estratto a mano.

Queste alternative allo zucchero non sono in realtà così sane come si pensa, vanno utilizzate in quantità ridotte. Invece di sostituirlo è meglio provare ad eliminare lo zucchero dalla dieta.

Cosa ne pensi di questo articolo?