Ultimi Articoli

Rimani in contatto

Seguici sui social

Linee guida per il trasporto bici in metro nelle capitali europee

Fare cicloturismo in una città straniera è un’esperienza davvero molto affascinante e divertente. Per spostarsi con la bici da una parte all’altra della città può essere utile conoscere le politiche locali dei mezzi pubblici.
Ecco le principali linee guida per il trasporto bici in metropolitana nelle più famose città europee.
Di norma le biciclette pieghevoli sono sempre ammesse, quindi le seguenti norme si applicano alle bici normali.

Madrid
Le biciclette sono ammesse in metropolitana il sabato ed i giorni festivi senza restrizioni di orario. Nei giorni feriali invece si possono trasportare fra le 10 e le 12:30 e dalle 21 a fine servizio. Le bici devono essere alloggiate nelle prima carrozza del treno.
Le bici per bambini sono sempre ammesse in quanto considerate come bagaglio.

Barcellona
Nei mesi di Luglio ed Agosto è possibile trasportare la bici senza alcuna restrizione. Il resto dell’anno la bicicletta è ammessa nei giorni festivi dalle 5 alle 7, dalle 9:30 alle 17 e dalle 20:30 a fine servizio.

Berlino
In genere le biciclette sono ammesse su tutti treni, tram e metro della città negli appositi vagoni. I viaggiatori occasionali, come appunto i cicloturisti, devono aggiungere al costo del biglietto un supplemento di pochi euro (fino a 3 €). Berlino è comunque fornita anche di un gran numero di parcheggi di scambio dove posteggiare la bici e prendere i mezzi pubblici.

Londra
Il trasporto della bici è gratuito ma possibile solo per alcuni tratti della metropolitana cittadina. L’orario consentito alle 7:30, dalle 9 alle 16 e dalle 19 a fine servizio. Il sabato ed i giorni festivi tali restrizioni non si applicano.

Parigi
In città il trasporto delle bici sui mezzi pubblici è vietato, fa eccezione la Linea 1 della metropolitana. Quest’ultima consente il trasporto tutti i giorni festivi fino alle 16:30, mentre nei giorni feriali è permesso da inizio servizio alle 6:30, dalle 9:00 alle 16:30 e dopo le 19:00.

Cosa ne pensi di questo articolo?