Ultimi Articoli

Rimani in contatto

Seguici sui social

Linee guida per la scelta della borraccia

Reintegrare l’acqua e i sali minerali che perdiamo durante l’attività in bici è fondamentale per non compromettere la nostra performance e mantenere l’organismo in funzione. Per farlo è necessario dotarsi una borraccia.
Può sembrare un dettaglio poco importante, ma è prima di scegliere quale acquistare è meglio dedicargli la giusta attenzione.

Una borraccia idonea per il ciclismo deve:

  • mantenere inalterate le caratteristiche chimico-fisiche del liquido nel tempo senza contaminarlo con odori o sapori.
  • essere priva di elementi chimici dannosi per la salute (come i fatati usati per ammorbidire la plastica ed i BPA).
  • avere una forma ergonomica
  • possedere una chiusura capace di resistere alle continue aperture e chiusure

Nel corso del tempo sono state messe a punto borracce adatte ad ogni disciplina in bicicletta. Ci sono quelle piccole e leggere da strada, quelle con cappuccio di protezione per la mountain bike, quelle per liquidi freddi o caldi dedicate per lo più al cicloturismo.

Scegliere la borraccia che fa al caso vostro dipende quindi dalle vostre necessità e preferenze in termini di prezzo ed estetica. In particolare bisogna valutare:

  • dimensione
  • resistenza del tappo
  • funzionamento del beccuccio
  • certificazione

Per mantenere la borraccia nelle giuste condizioni ed evitare che si rovini occorre sciacquarla dopo ogni uscita o allenamento con sapone per piatti o altra soluzione non grassa. Dopo qualche utilizzo è bene lavarla accuratamente e bisogna sempre lasciarla asciugare per almeno una notte.
Quando non viene usata, la borraccia deve essere riposta al fresco senza tappo per permettere il passaggio dell’aria.

Cosa ne pensi di questo articolo?