Ultimi Articoli

Rimani in contatto

Seguici sui social

Accessori immancabili per il cicloturismo

Per garantirsi un viaggio avventuroso e divertente in sella alla vostra bicicletta da cicloturismo è fondamentale partire preparati. Eviterete inconvenienti lungo il percorso e potrete godere appieno del viaggio. Il giusto equipaggiamento dipende da molti fattori: il tempo che si intende restare fuori, la destinazione, la tipologia di alloggio e naturalmente le abitudini personali. Di seguito proponiamo un elenco di accessori utili al cicloturista.

Borse o Carrello?
Dove sistemare i propri bagagli?

Borse laterali
Vantaggi:
– buona maneggevolezza della bicicletta
– facilità di trasporto a mano e di sistemazione sia in tenda che in albergo
– possibilità di dividere il bagaglio in comparti

Svantaggi:
– maggiore peso da trasportare in salita
– scarsa visibilità in strada

Carrello
Vantaggi:
– grande capacità di carico
– massima visibilità in strada

Svantaggi:
– scarsa maneggevolezza in curva
– difficoltà di sistemazione in tenda

Borse laterali anteriori: utilissime nell’incrementare la capacità di carico. Bisogna considerare che riduco ulteriormente la maneggevolezza della bici e la appesantiscono notevolmente. Sono consigliate solo per viaggi molto lunghi.

Borse da manubrio-telaio-sellino: possono essere usate in sostituzione delle borse laterali ma la loro capacità di carico e molto ridotta. Si consiglia quindi di farne uso solo per brevi viaggi

Le corde elastiche sono invece immancabili se si ha bisogno di legare altri bagagli sopra alle borse posteriori come sacchi a pelo, tende, vestiti da asciugare.

Abbigliamento
Per quanto riguarda quanto e quale abbigliamento portare in viaggio ognuno è legato alle proprie abitudini e esigenze. Di norma la biancheria intima, essendo piccola e poco ingombrante, è facilmente trasportabile e lavabile e per ciò possiamo portare con noi anche un cambio per ogni giorno. Ma nel caso in cui il viaggio duri più di una settimana si consiglia di impacchettare 3 o 4 cambi e lavarli ogni volta. Maglie, pantaloni e giacche possono essere indossati anche per più giorni sempre tenendo conto delle necessità personali.

Accessori di Sicurezza 
Casco: di primaria importanza specie per chi ama correre e scendere in picchiata nelle discese. Può tornare utile anche per coloro che hanno attaccato alla bici borse o carrelli, entrambi accessori che destabilizzano l’equilibrio specialmente in curva. Tuttavia il casco in Italia non è obbligatorio.

Giubbino Catarifrangente: se si intende spostarsi anche col buio è assolutamente necessario rendersi visibili ad auto, camion e moto che circolano sulla strada. Il giubbino è obbligatorio dal tramonto all’alba e nelle gallerie.

Luci: se ne dovrebbe avere una anteriore e un posteriore per garantirsi la massima visibilità. Quella fondamentale è la luce posteriore, è infatti sul retro da dove sopraggiungono le auto il pericolo maggiore.

Specchietto retrovisore: vi eviterà di dovervi girare ogni volta al minimo rumore del sopraggiungere di un’auto. I migliori sono quelli che si fissano direttamente al manubrio e non alla manopola. Hanno una superficie più ampia, sono regolati in posizione perfetta per il cicloturista e sono più saldi.

Attrezzatura e ricambi
Parte del bagaglio deve essere dedicata ai pezzi di ricambio. Quanto e in quale misura dipende soprattutto dalla destinazione e dalle proprie capacità di ciclomeccanica. Prima di partire è in ogni caso utile rispolverare la propria manualità nella riparazione dei piccolo guasti, verificare la presenza di centri specializzati lungo il percorso, conoscere bene le misure del nostro mezzo (eviteremo così di comprare il copertone o la ruota sbagliata).

Accessori vari

  • Antifurto o catena di qualità per legare la bicicletta
  • 1 o 2 borracce in alluminio per mantenere fresca l’acqua
  • buste per conservare la biancheria sporca
  • kit di pronto soccorso
  • eventuali accessori per il campeggio

Cosa ne pensi di questo articolo?