fbpx

Ultimi Articoli

Rimani in contatto

Seguici sui social

Le biciclette in acciaio hanno un futuro?

Sebbene oggi la fibra di carbonio sia la preferita dal mercato, le biciclette in acciaio resistono e si rivelano perfettamente funzionali sia per il bike to work che per randonnée ed eventi di ultracycling.

L’acciaio è sempre stato il materiale più utilizzato per realizzare i telai delle biciclette perché è resistente agli urti ed alle sollecitazioni dovute all’uso della bici.

Vediamo alcune delle CARATTERISTICHE TECNICHE DELL’ACCIAIO:

  • Densità – ovvero peso per unità di volume. In questo senso l’acciaio è il materiale peggiore perché ha una densità molto alta.
  • Rigidità – in compenso il suo grado di rigidità, ovvero di residenza alle deformazioni, è la più alta in assoluto, meglio ancora del titanio.
  • Resistenza – caratteristica fondamentale del telaio di una bicicletta perché continuamente sottoposto a pressioni. L’acciaio supera il test della resistenza dimostrandosi il materiale migliore.
  • Corrosione – l’acciaio è naturalmente sottoposto a corrosione da parte dell’ossigeno, è così che si crea la ruggine. Per evitare che si inneschi tale processo naturale bisogna utilizzare una vernice apposita sul telaio.

Ci si accorge dunque che le biciclette in acciaio sono certo più pesanti delle sorelle in alluminio o carbonio, ma decisamente più resistenti e durature nel tempo. Acquistare un telaio in acciaio potrebbe quindi rappresentare la soluzione migliore se avete bisogno di una bici che sia “per sempre”.

Nel dettaglio, PERCHE’ SCEGLIERE L’ACCIAIO:

  • E’ economico – i prezzi variano a seconda del tipo di acciaio utilizzato e dalla sua qualità, ma in genere le biciclette in acciaio non hanno un costo elevato. Un’officina meccanica ha tutto ciò che serve per lavorare sull’acciaio, ciò riduce di molto i costi di produzione rispetto alle bici in carbonio.
  • Non si rompe di schianto – in caso di incidenti o brutte cadute dalla bici, il telaio in acciaio si piega o si bozza ed il danno è subito visibile. Per le bici in carbonio capita invece che il danno resti limitato alle fibre interne, ma a causa della continua sollecitazione la ferita si allarga portando alla rottura improvvisa del telaio.
  • Non occorre la chiave dinamometrica – la chiave dinamometrica è raccomandata ma non indispensabile come nel caso del carbonio.
  • E’ facile da riparare – trovandosi in giro per il mondo con un problema legato al telaio, in caso dell’acciaio sarà certamente più facile trovare un’officina in grado di sistemarlo.

Cosa ne pensi di questo articolo?