fbpx

Ultimi Articoli

Rimani in contatto

Seguici sui social

Consigli per pedalare in sicurezza in città

Traffico, alta velocità, distrazioni al volante sono le principali cause di incidente tra automobili e ciclisti. Sono anche i principali deterrenti all’uso quotidiano della bicicletta soprattutto per i principianti.
Sebbene non bisogni mai tralasciare l’utilizzo di accessori di sicurezza passiva quali caschetto, luci adeguate e giacchetta catarifrangente, vi proponiamo alcuni consigli per pedale in sicurezza in città.

1) Pedalare in carreggiata
Il modo migliore per essere ben visibili agli automobilisti e costringerli ad un sorpasso consapevole è quello di pedalare a circa un metro di distanza dal marciapiede o dal guardrail. Conservare un margine di manovra sulla destra permette anche di evitare le auto che sopraggiungo da dietro ad alta velocità.

2) Pedalare in gruppo
Un gruppo di ciclisti è molto più visibile sulla strada ed induce maggiormente le auto a rallentare. Un’ottima idea è quella di aggregarsi ai ciclisti che si incontrano lungo il tragitto casa-lavoro o casa-scuola per farsi compagnia ed assicurarsi più sicurezza.

3) Utilizzare lo sguardo
Ad un’incrocio o durante la marcia cercate il contatto visivo con l’automobilista più vicino, ciò lo renderà più attento alla vostra presenza.

4) Studiare il tragitto
Uno dei tanti vantaggi dell’utilizzare la bicicletta per gli spostamenti quotidiani è quello di poter scegliere con maggiore flessibilità il percorso migliore per raggiungere la destinazione desiderata. E’ meglio prediligere stradine strette e tortuose, dove le auto sono costrette a ridurre la velocità, oppure le piste ciclabili attraverso parchi e giardini cittadini.

5) Utilizzare le mani
Braccia e mani devono sempre essere libere durante la pedalata perché possono essere determinanti in caso di pericolo. Se un’auto alle vostre spalle è indecisa nel sorpassarvi un vostro cenno di via libera o di stop può evitare l’incidente. Inoltre non dimenticate mai di segnalare le svolte con le braccia.

Cosa ne pensi di questo articolo?