Ultimi Articoli

Rimani in contatto

Seguici sui social

In bici ai piedi del Gran Sasso

In Abruzzo, ai piedi del Gran Sasso, si trova un grande altopiano soprannominato “piccolo Tibet”. Si tratta di Campo Imperatore, uno dei paesaggi montani più particolari d’Italia, dove la natura domina incontrastata. A sud-est dell’altopiano, e collegato ad esso da una serie di valli e colline, si trova la Piana di Navelli. Immersi nella natura di questi due luoghi sono presenti anche diversi piccoli borghi storici.

Dalla Piana di Navelli partono ben tre percorsi cicloturistici che raggiungono Campo Imperatore. Si pedala sempre su strada quindi occorre fare attenzione alle auto specialmente durante i periodi più turistici. Dato che si arriva al di sopra dei 2.000 m, bisogna essere preparati ad affrontare un freddo intenso anche in piena estate. Molto importante anche fare scorta d’acqua e ripararsi dal sole.

PERCORSO FACILE – 28 km – max 1.298 m
L’itinerario inizia subito in salita: da Castelnuovo si seguono le indicazioni per Calascio pedalando tra campi di zafferano e lungo strette valli. La salita è divisa in tre tronconI e permette di riprendere fiato ogni tanto. Circa 8 km dalla partenza si arriva a Castelvecchio Calvisio, quindi, superato il paese, inizia la discesa di 4 km che porta a Calascio. Qui si trova un’antica rocca medievale ormai in rovina, ma da cui si può ammirare un panorama magnifico.
Ripresa la bici, si continua a pedalare verso Santo Stefano di Sessanio, uno dei Borghi più Belli d’Italia. Approfittate dell’occasione per fare una passeggiata lungo i vicoli del suo centro storico.
Più avanti la strada prevede un altro breve tratto in salita per poi scendere, lungo tornanti molto panoramici, fino a Barisciano e concludere l’anello.

   

PERCORSO MEDIO – 70 km – max 1.632 m
Dopo aver raggiunto Calascio si continua in salita in direzione di Campo Imperatore per diversi km. A circa metà della salita si trova il paese di Castel del Monte. Anch’esso è inserito tra i Borghi più Belli d’Italia e vale la pena di essere visitato.
Il percorso prosegue in leggera salita con una splendida vista sul Gran Sasso. Una volta raggiunti i 1.600 m si svolta verso nord-est e quindi sud-est per tornare verso valle passando da Santo Stefano di Sessanio.

PERCORSO DIFFICILE – 90 km – max 2.126 m
Al bivio che porta a Santo Stefano di Sessanio, invece di girare verso il paese, si continua a dritto. Dopo qualche km si raggiunge una ripida salita di circa 8 km che permette di arrivare al famoso albergo rosso di Campo Imperatore a circa 2.130 m. L’albergo è noto per l’episodio accaduto durante la Seconda Guerra Mondiale quando vi fu imprigionato Mussolini. I tedeschi lo liberarono il 12 Settembre 1943 con un blitz in cui persero la vita una guardia forestale ed un carabiniere.
La cima del Gran Sasso è raggiungibile a piedi. In bici invece si riaccende lungo la stessa strada fino a Santo Stefano e poi a Barisciano.

SCARICA ITINERARIO: Campo Imperatore

Cosa ne pensi di questo articolo?