Corretta posizione in sella: flessibilità del ciclista

Corretta posizione in sella: flessibilità del ciclista

Il benessere in sella non è determinato esclusivamente dalla regolazione su misura della bicicletta. Un importante fattore che spesso viene sottovalut

Il benessere in sella non è determinato esclusivamente dalla regolazione su misura della bicicletta. Un importante fattore che spesso viene sottovalutato è la flessibilità del ciclista: ovvero l’elasticità dei suoi muscoli.

L’organismo umano ha la capacità di adattarsi e cambiare nel tempo quindi regolare la bicicletta una tantum non basta. Una cosa è utilizzare la bici nel fine settimana, un’altra partire con quella stessa bici per un cicloviaggio. Dopo due-tre giorni di pedalata il nostro corpo si adatterà alla nuova situazione “allungandosi” a sufficienza per raggiungere agevolmente manubrio, sella e pedali. A quel punto le misure della bicicletta che abbiamo sempre utilizzato ci sembreranno sbagliate.

Dunque, il livello di flessibilità dei nostri muscoli influisce notevolmente sulla posizione in sella e sul benessere durante la pedalata.

Il grado di flessibilità varia da persona a persona in base alle abitudini quotidiane ed allo stile di vita. Esso varia anche nel tempo perciò andrebbe analizzato periodicamente. La cosa migliore è rivolgersi ad un professionista, un biomeccanico che saprà individuare il vostro grado di flessibilità e suggerirvi esercizi per migliorarlo.

Stabilire il livello di elasticità dei propri muscoli è importante per individuare una corretta posizione in sella. Una posizione che ci consenta di apprezzare la pedalata senza sviluppare dolori ed infiammazioni.

COMMENTI