fbpx

Ultimi Articoli

Rimani in contatto

Seguici sui social

Scegliere la bici per affrontare un trail

I trail sono gare di resistenza che prevedono sia tratti su asfalto che tratti su sterrato, strade bianche e discese tecniche. In Italia ne esiste una grande varietà, ma quale bici è la migliore per affrontare competizioni di questo tipo?

Le principali caratteristiche di una bici da trail:

  • Comodità – deve avere una seduta eretta e poco aggressiva perché si dovranno passare in sella molte ore. Deve inoltre essere in grado di assorbire al meglio le vibrazioni della strada senza trasmetterle al ciclista.
  • Versatilità – deve avere un’allestimento ibrido tale da poter affrontare con sicurezza sia i tratti su asfalto che su sterrato.

Date queste caratteristiche, viene subito in mente che la bicicletta perfetta potrebbe essere una mountain bike. Occorre però fare delle modifiche sull’assetto.

L’ideale è una mountain bike front con copertoni scorrevoli dalla tassellatura molto fitta. Le ruote da 29’’ sono le migliori perché permettono di spingere al massimo nei tratti pianeggianti.
Se il trail prevede un percorso particolarmente “scassato”, è possibile optare per una mountain bike full anche se nei tratti su asfalto risulterà decisamente pesante.

In entrambi i casi sarà necessario equipaggiare la bici con le borse da backpacking per riporre tutte le cosa da utilizzare durante la corsa.

Alcuni associano al trail le gravel bike. Questo tipo di bicicletta è effettivamente molto versatile e la sua impostazione corsaiola permette di mantenere alti ritmi di pedalata su asfalto e strade bianche, ma cede il passo sui sentieri sterrati.

Le fat bike hanno fatto la propria comparsa anche ai trail, ma il loro utilizzo è più dettato dalla passione che da reali esigenze. Pedalare sui tratti in asfalto con queste biciclette è infatti molto impegnativo.

Non esiste una bici perfetta per affrontare un trail, tuttavia esistono delle regole generali sempre valide:

1) mai partire per un trail con una bicicletta nuova. Quella scelta dev’essere una bicicletta a cui siamo abituati e che conosciamo profondamente.

2) i pedali SPD sono da preferire. Consentono un totale controllo del mezzo e di mantenere il piede sempre nella stessa posizione evitando infiammazioni e dolori.

3) regolazione biomeccanica. Qualunque sia la bicicletta scelta, dovrebbe essere attentamente regolata sulle nostre misure.

Cosa ne pensi di questo articolo?