fbpx

Ultimi Articoli

Rimani in contatto

Seguici sui social

Panoramica delle discipline di mountain bike

Dalla sua comparsa ad oggi, la mountain bike si è evoluta e specializzata differenziandosi per assetto e componenti in diverse discipline.
Ecco una panoramica delle discipline di mountain bike, per chi non le conosce o vuole approfondire.

Cross Country (detto anche XC)
Le competizioni di questa disciplina si svolgono su un tracciato ad anello su sterrato lungo non più di 10 km. Una gara dura circa 2 ore e si contraddistingue per l’elevata difficoltà tecnica degli ostacoli previsti e per la velocità sostenuta dei partecipanti.
Si gareggia con mountain bike front con ruote da 29’’. L’assetto e la posizione del ciclista ricordano però le bici da strada.

Cross Country Marathon
In pratica si tratta di una granfondo su sterrato della lunghezza minima di 60 km. In genere si affrontano dislivelli impegnativi (tra i 2.000 m ed i 3.000 m in positivo). I ciclisti sono impegnati nella corsa anche fino a 9 ore ed è importante saper gestire le proprie energie.
La bici utilizzata è una mountain bike full.

All-Mountain
Considerata la vera e propria disciplina della mountain bike. In sé per sé non si tratta di una disciplina agonistica ma di una passeggiata in bicicletta in luoghi selvaggi circondati dalla natura e dal silenzio tipici delle alte vette. Si pedala su stretti sterrati di montagna frequentati anche dagli appassionati di trekking.
La bici da all-mountain è una mountain bike full con ruote da 27,5’’ o 26’’. L’assetto può essere più o meno corsaiolo, a seconda del percorso scelto.

Enduro
Questa disciplina si caratterizza per la preponderanza dei tratti pedalati rispetto ai tratti di pura discesa. Si gareggia a tempo su percorsi sterrati di montagna. L’enduro può essere considerato la versione corsaiola dell’All-Mountain.
Si utilizza una mountain bike full settata soprattutto per la discesa ma che sia facile da pedalare anche in salita. Deve essere molto robusta con ruote da 26’’ o 27,5’’.

Freeride
Il freeride si pratica in genere all’interno dei bike park su circuiti in discesa predisposti con salti, curve paraboliche e trampolini. Non si risale in sella, ma si sfrutta impianti di risalita posizionati nel parco.
Dato che devono essere guidate prevalentemente in discesa, le bici da freeride non sono adatte alla pedalata. Si tratta di mountain bike full molto robuste con pedali flat.

Downhill (detto anche DH)
Il downhill consiste nel percorrere completamente in discesa un tracciato su sterrato. Il percorso è molto tecnico e richiede massima attenzione.
Si guida una mountain bike full progettata per essere forte e stabile in discesa, ma che non si presta alla risalita in sella. In genere sono bici piuttosto leggere per dare al ciclista la possibilità di andare il più veloce possibile in gara.

Cosa ne pensi di questo articolo?