Cicloturismo

Il blog dedicato al cicloturismo ed ai viaggi in bicicletta

Scopri tutti gli articoli sul cicloturismo

Ultimi Articoli

Rimani in contatto

Seguici sui social

In bici in Trentino tra gusto e Meraviglia

Immagina di essere in sella alla tua bicicletta, ti fermi e chiudi gli occhi. Senti il profumo fresco dell’aria di montagna e gli odori della campagna. Senti la tranquillità e la pace, ora apri gli occhi: attorno a te una distesa di vigneti ordinati e piccoli borghi dalla storia millenaria. Tutta la campagna attorno a te è circondata da corsi d’acqua che delimitano le colline panoramiche e le imponenti pareti rocciose fanno da limite a questa magica atmosfera.

Non sei in un bellissimo sogno, sei a metà strada tra Trento e Bolzano, nell’incredibile cornice della Piana Rotaliana Königsberg. Non a caso Goethe nel suo viaggio in Italia la definì “Il più bel giardino d’Europa”. Il microclima del posto, infatti, permette la coltivazione di un vitigno autoctono da cui nasce un vino rosso inconfondibile ed unico, il Teroldego Rotaliano Doc. Parliamo della prima DOC del Trentino prodotta da tempo immemore e intimamente legata alle tradizioni di questo territorio.

Torni in sella alla tua bicicletta e ricominci a pedalare: sei sulle strade del “Giro del Vino 50” un percorso ad anello di 50 chilometri che abbraccia borghi, masi, colline, vigneti e fiumi tutto condito da panorami mozzafiato e da una enogastronomia unica. Il clima, unico in tutto il Nord Italia, permette di affrontare il Giro del Vino 50 da Marzo a Ottobre senza problemi di neve.

Trattandosi di un percorso ad anello, ben segnalato ed alla portata di tutti, non importa quale sia il tuo punto di partenza, lungo i 50 chilometri incontrerai i 6 borghi della zona sconfinando verso la Valle di Cembra e Salorno in Alto Adige.

Gli itinerari sono due; quello più a nord pianeggiante e davvero adatto anche ad una semplice passeggiata in bicicletta e quello a sud che presenta un dislivello maggiore e per questo ancora più panoramico.

La tradizioni vitivinicola del territorio si ritrova nelle tante aziende, cantine sociali e piccole realtà a gestione familiare da visitare, da scoprire e soprattutto da assaporare, gustando l’ospitalità della popolazione e la varietà di buon cibo. Sul sito ufficiale si possono trovare numerose esperienze autentiche legate proprio all’accoglienza ed al vino: https://www.pianarotaliana.it/esperienze

I 6 borghi attraversati dal “Giro del Vino 50” sono tutti raccolti attorno al fiume Adige e sono: Lavis, Mezzolombardo, San Michele all’Adige, Mezzocorona, Rovere della Luna e Terre d’Adige, ognuno con le sue peculiarità e la sua storia, ma sempre accomunati dalla lunga tradizione enogastronomica.

Il percorso è adatto a tutti i tipi di bicicletta tranne quella da strada per la presenza di alcuni tratti sulla ghiaia e consigliamo gomme da almeno 32mm proprio per affrontare con maggiore sicurezza questi tratti. Lungo tutto il percorso è presente una importante segnaletica stradale che fornisce informazioni sul territorio e sui vini prodotti; vi segnaliamo che la segnaletica è stata pensata per chi affronta l’anello in senso antiorario, pertanto il consiglio, specie se non ci siete mai stati, è di seguire questa logica.

Il Giro del Vino 50 può essere una tappa della più lunga ciclabile della Valle dell’Adige oppure vi si può arrivare in treno dalla stazione di Trento o da quelle di Lavis o di Mezzocorona o ancora dalla ferrovia locale Trento Malè.

Per tutte le informazioni è possibile visitare il sito web ufficiale https://girodelvino50.it/ oppure contattare il Consorzio Turistico al numero 0461 17 525 25

Cosa ne pensi di questo articolo?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.