Ultimi Articoli

Rimani in contatto

Seguici sui social

Giro del Vino 50

Nel cuore del Trentino si apre la Piana Rotaliana Königsberg, un territorio unico, dalla profonda tradizione vitivinicola, ricco di natura che offre emozioni forti ai turisti che la visitano. E’ un luogo dove nascono vini e grappe famosi da gustare nei numerosi agriturismi, cantine e ristoranti della zona. Una delle aree vitate più belle del Trentino, una piana unica per la sua conformazione con un
territorio ricco di tradizione e storia, da scoprire e vivere intensamente.

In questo contesto unico, dove il contrasto tra le zone pianeggianti e le pareti rocciose verticali crea scenari mozzafiato, gli appassionati delle due ruote possono vivere un’inedita esperienza: il Giro del Vino 50, un percorso ad anello di circa 55 km con 600 metri di dislivello che si snoda su piste ciclopedonali esistenti, strade locali a basso traffico e sentieri di campagna immersi nella natura.
E’ un percorso adatto a tutti, ideale per le Gravel ma godibile anche con bici da Trekking o da turismo (quindi anche e-bike) purché dotate di gomme da almeno 32 mm in modo da poter affrontare in sicurezza e tranquillità tutto il percorso. Sconsigliamo solo le bici da strada in quanto alcuni tratti sono su ghiaia , così come sconsigliamo i rimorchi per bambini in quanto alcuni tratti corrono lungo strade aperte al traffico. Non è richiesta una specifica preparazione tecnica con l’unica piccola difficoltà rappresentata dalla discesa dal borgo di Faedo verso il Castello di Monreale-Königsberg che se affrontata con prudenza resta comunque adatta a tutti.

La Piana Rotaliana Königsberg si trova ad una bassa altitudine ed è ben riparata dalle montagne circostanti, il periodo ottimale per effettuare il giro è da marzo a novembre ma anche da dicembre a febbraio difficilmente si incontrano problemi con la neve. Ogni appassionato può quindi scegliere il momento che preferisce per partire alla scoperta di questo territorio unico. Il tracciato è ben segnalato e arricchito da pannelli informativi che raccontano il territorio, con un’attenzione speciale alle peculiarità delle produzioni vitivinicole locali.

Pedalando nella Piana Rotaliana Königsberg attraverserete anche i vivaci borghi locali con cantine e distillerie per degustare i più rinomati vini e grappe del Trentino. Un piccolo suggerimento: anche se sono generalmente sempre aperte ed è possibile fare visite e degustazioni, consigliamo comunque di prenotare in anticipo.
La tradizione vinicola della Piana Rotaliana Königsberg si perde nei tempi: grazie a condizioni pedoclimatiche particolarmente favorevoli, gli abitanti della zona coltivano le vigne da millenni e hanno sviluppato una profonda conoscenza nella produzione di eccellenti vini e grappe. Oltre al Teroldego Rotaliano, il principe dei vini trentini, e la Nosiola, più delicato, tipico di questa zona è lo spumante metodo classico Trento Doc, una delle bollicine più amate e premiate al mondo.

La Piana Rotaliana Königsberg offre molte opportunità di attività all’aperto come escursioni, vie ferrate e pesca nei fiumi e torrenti (Adige, Noce e Avisio). Non possono ovviamente mancare occasioni culturali come le visite ai musei, ai luoghi sacri o ai castelli.
L’offerta turistica è variegata e potrete scegliere tra hotel, B&B e agritur che uniscono all’accoglienza tipica trentina la cordialità propria del luogo e che avranno grande attenzione alle esigenze di tutti, ovviamente dei ciclisti, ma anche delle famiglie e dei più piccoli.

Cosa ne pensi di questo articolo?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.