fbpx

Ultimi Articoli

Rimani in contatto

Seguici sui social

Fastidi aventreno: cause e rimedi- Posizioni del manubrio e delle leve

Parliamo di fastidi in avantreno, cause ed effetti.

Paolo Ferrali Biomeccanico: Possono essere da sovraccarico funzionale quindi una torsione eccessiva data da una sella troppo avanzata, quindi la mia torsione della zona carpale sovraccarica medialmente e da fastidio direttamente sull’avantreno.

Un altro fastidio che ci può essere in avantreno è nella zona nel deltoide e può essere data da una cattiva scelta nel manubrio.

Cristiano Meoni Osteopata e Fisioterapista: Ovviamente se si arriva ad avere delle torsioni nella parte alta delle spalle e si va ad agire, non solo sul deltoide, ma anche sul trapezio, sulla parte del passaggio cervico-dorsale, da dove si dirama tutto quello che è la parte neurologica e poi tutta la parte dove si innverva praticamente tutto l’avambraccio, il braccio e non solo. Il piccolo pettorale, il pettorale entrano gioco in base alle torsioni perché controllano il movimento della spalla soprattutto con il piccolo pettorale di conseguenza una contrattura di queste zone, da sovraccarico funzionale per un assetto scorretto, può portare una parestesia al braccio con formicolio alla mano e ovviamente dolori di tipo miofasciale, muscolare.

Quindi importantissima la scelta del manubrio, importantissimo l’assetto del carico sull’avantreno può portare un’inclinazione del collo scorretta e creano ancora più dolori.

Ci sono manubri curvi, manubri pari, curve fatte in un certo modo, hanno un’importanza queste scelte o quello è a piacere dell’atleta?

P: In biomeccanica non c’è niente a caso, ci sono aziende che studiano ogni giorno miglioramenti. Posso dirvi che ogni tipologia di manubrio è stata creata perché ha una funzione.

La posizione della leva freno, più bassa, più alta, si regola in base a cosa?

Praticamente, allungando le dita si va a mettere in tensione la catena muscolare e di conseguenza se non hai la leva freno subito a portata di mano devi cercarla con la rotazione del polso e da lì si possono creare veramente diversi problemi.

L’impostazione della leva io da persona a persona la cambio tanto perché è soggettiva.

Il manubrio da cronometro che è completamente diverso dal manubrio da strada, bicicletta da cronometro completamente diversa dalla bicicletta da strada, rigidità diverse, ciclistica diversa, parliamo un pochino della posizione del manubrio da cronometro. Per calibrare bene una bici da crono cerco di chiudere l’angolo circa a 90°.

Perchè alcune persone vengono da me con un dolore alle ultime tre dita?

Nel polso abbiamo quello che tutti conoscono come tunnel carpale, nel tunnel carpale ci passa un nervo che si chiama nervo mediano che innerva queste tre dita e un po’ la parte cutanea superficiale delle altre due.

Accanto a questo canale ci passa un altro canale che si chiama Canale di guyon dove ci passa un altro nervo che si chiama ulnare che innerva enerva le ultime due dita,

Un posizionamento che manda in compressione questa zona crea quello che è un formicolio alla mano.

C: La mountain bike è molto più distruttiva, sarà per i traumi, le discesa comunque molto ripide, carichi molto, ti devi allungare tutto posteriormente fai fuori sella.

Io vedo tantissimi epicondiliti perché io purtroppo la posizione in bici non riesco a vederla.

P: Una delle frasi che più ricorrenti nel mio lavoro è “parto non ho niente, dopo un’ora sto malissimo” .

Io tolgo tutte le torsioni che ci sono nel corpo umano per togliere le compensazioni, in automatico ho sempre avuto risultati.

Che c’è tra assetto gravel e assetto stradale?

P: Il gravel deve essere molto più guidato quindi ha un’impostazione molto più spiccata sull’avantreno quindi i cambi direzionali devono essere molto più repentini.

Poi dipende il grave perché ho visto persone che vanno a fare strade bianche e non è un gravel, il gravel è un’altra cosa, è una via di mezzo tra una mountain bike, molto meno guidata, ed è anche strade bianche però è un pochino più estremo.

Le leve devono essere portate molto più strette in modo che abbia una presa molto più ravvicinata per fare forza. La presa sotto si può lasciare anche come impostazione stradale perché ci sono dei momenti in cui ti devi veramente metterti sotto e spingere.

Cosa ne pensi di questo articolo?