Ultimi Articoli

Rimani in contatto

Seguici sui social

Conoscete tutte le tipologie di bici?

Siete sicuri di conoscere tutte le tipologie di bici? Vi proponiamo un breve ripasso che può aiutarvi a scegliere il modello più adatto alle vostre esigenze.

Bici da città – si tratta probabilmente della tipologia di bici più diffusa al mondo. La bici da città, o city bike, è in genere economica e modesta, con un posizione di guida comoda. Dato l’uso prettamente urbano che se ne fa, la bici da città è equipaggiata con portapacchi, parafanghi, catarifrangenti e copertoni intermedi.

Mountain bike – queste bici presentano componenti idonei ad affrontare terreni accidentati o sterrati. Le mountain bike montano un cambio con rapporti corti, copertoni tassellati, freni a disco o idraulici, sospensioni anteriori o anche posteriori. In base alla disciplina ciclistica, le mountain bike si differenziano ulteriormente.

Bici da corsa – le bici da corsa sono pensate per raggiungere velocità elevate senza compromettere la stabilità del ciclista. Sono dotate di telai leggeri, spesso in fibra di carbonio, cambio a rapporti lunghi e copertoni lisci e stretti. La posizione sulla bici da corsa è molto aerodinamica, sbilanciata verso il manubrio dalla classica forma ricurva.

Bici da cicloturismo – pensate per percorrere lunghe distanze trasportando svariate borse e bagagli, le bici da cicloturismo sono robuste e affidabili anche su sterrato ben tenuto. A seconda delle esigenze possono essere equipaggiate con parafanghi, portaborraccia, portapacchi anteriore e posteriore. Si prestano perfettamente anche all’aggancio di un carrellino per il trasporto di bambini o bagagli.

Bici a scatto fisso – nate per l’utilizzo su pista, le bici a scatto fisso sono diventate di moda sia negli USA che in Europa. Hanno la particolarità di avere un solo rapporto e non presentano il sistema della ruota libera. Ciò significa che non è possibile pedale all’indietro e che interrompere la pedalata equivale a frenare.

Bici pieghevole – fedele amica dei pendolari che utilizzano i mezzi pubblici per il tragitto casa-lavoro o per altri spostamenti in città. La bici pieghevole è equiparata ad un bagaglio quindi il suo trasporto su treni e bus è gratuito.

Gravel bike – le gravel bike ricordano molto le biciclette di una volta che venivano utilizzate sia su strada che su sterrato. Presentano un telaio da corsa, ma che consente una posizione comoda, e copertoni con un grip estremamente efficace.

Fat bike – evoluzione diretta delle mountain bike, le fat bike presentano dei caratteristici pneumatici molto grandi e cerchi altrettanto larghi. Il risultato è una ruota “fat” cioè grassa.

BMX – acronimo di Bicycle Motocross, sono bici a marcia singola, piccole e leggere ma resistenti. Sono pensate per compiere evoluzioni e salti nei bike park attrezzati.

Bici a pedalata assistita – “a pedala assistita” significa che le bici sono dotate di un piccolo motore elettrico di massimo 250W che si attiva solo contemporaneamente alla pedalata. Rappresentano un notevole aiuto in quanto possono raggiungere la velocità di 25 km/h.

Minibici – si tratta di una bici con un telaio tradizionale e cerchi di 20’’. Sebbene possa sembrare una bici da bambino, è molto maneggevole e consente una guida agile nel traffico cittadino.

Cargo bike – le cargo bike sono molto diffuse in nord europa e cominciano a conquistare anche il nostro paese. Sono bici adibite al trasporto di pacchi, oggetti ingombranti ed anche bambini. Vengono utilizzate moltissimo per le consegne in centro città, ma è perfetta anche come bici familiare.

Bici reclinata – con questa bici si pedala in posizione semi-sdraiata con la schiena poggiata su un sedile inclinato tra i 20 ed i 50 gradi e le gambe protese in avanti dove sono posizionati i pedali. Il manubrio è posizionato sopra o sotto il manubrio.

Tandem – bici a due o più posti. Il ciclista che sta davanti comanda manubrio, freni e cambio.

Triciclo – classica bici a tre ruote utile per il trasporto di oggetti di grandi dimensioni. Sono indicate per chi ha poco equilibrio, per bambini ed anziani.

Cosa ne pensi di questo articolo?