fbpx

Ultimi Articoli

Rimani in contatto

Seguici sui social

Come scegliere i GPS per bici

I GPS per bici rientrano nella categoria dei navigatori portatili, quelli utilizzati per tutte le attività outdoor. Dotarsi di questi dispositivi per le proprie escursioni in bicicletta ci permette di:

  • Visualizzare le coordinate geografiche per definire la propria posizione;
  • Registrare il percorso;
  • Seguire percorsi già tracciati;
  • Guidare verso un punto preimpostato;
  • Marcare un punto importante sulla mappa;

L’evoluzione tecnologica dei GPS per bici è estremamente veloce, ultimamente, ogni anno, si assiste alla presentazione di qualche novità.

I modelli più costosi infatti hanno svariate funzioni accessorie oltre a quelle appena descritte. Ad esempio possono essere dotati di cardiofrequenzimetro.
Tra le cose più importanti da verificare quando si acquista un GPS per bici c’è la grandezza del display. Mentre si pedala infatti è necessario vedere subito tutte le informazioni senza dover distogliere lo sguardo dalla strada per mettere a fuoco un’immagine piccola.

Da non sottovalutare ovviamente è il costo. E’ possibile che pedalando su strade sconnesse o su sterrati il dispositivo si danneggi o cada. In questo caso meglio che il prezzo sia contenuto.

Una volta montato sul manubrio, possiamo utilizzare il GPS per bici principalmente in due modi:

– Tracciare un nuovo percorso – se si conosce già la zona in cui pedala oppure se si vuole esplorare una nuova porzione del territorio. In quest’ultimo caso è utile anche marcare sulla mappa i punti di svolta o gli errori fatti lungo il tragitto. In seguito, dopo aver corretto la traccia al computer, sarà possibile verificarla ripercorrendo la traccia con le indicazioni del GPS.

– Seguire un percorso già tracciato – la traccia deve essere caricata sul dispositivo, quindi l’unica cosa da fare è seguire le indicazioni di direzione che appaiono sul display.

Cosa ne pensi di questo articolo?