Cicloturismo in Svizzera

Un’idea per le vacanze estive del 2018, dedicata a chi ama la natura e la bicicletta, è senza alcun dubbio la Svizzera. Già da molti anni apprezzata p

Un’idea per le vacanze estive del 2018, dedicata a chi ama la natura e la bicicletta, è senza alcun dubbio la Svizzera. Già da molti anni apprezzata per la vicinanza all’Italia, la bellezza dei suoi panorami e l’eccellente accoglienza, la Svizzera va rivalutata con molta attenzione nell’ottica del Cicloturismo.

Cicloturismo in Svizzera Cicloturismo in Svizzera Cicloturismo in Svizzera

Con oltre 20.000 Km di percorsi tracciati e adatti ai vari livelli di allenamento e con l’opzione e-bike praticabile ovunque, grazie ad una fitta rete di noleggi sparsi per tutto il territorio, l’estate 2018 si preannuncia l’occasione ideale per visitare questo splendido Paese.

Le tre aree che vogliamo consigliarvi sono: il Ticino, Berna e Lucerna.

Il Ticino è la zona della Svizzera più vicina all’Italia e sicuramente è conosciuta da tutti per l’ottimo livello di accoglienza e i paesaggi mozzafiato. Le idee per una vacanza attiva certamente non mancano: il Monte Bar suscita in tutti gli amanti delle bike grandi emozioni; dalla sua vetta si gode infatti di un panorama straordinario, che si estende dal Lago di Lugano fino al Malcantone e addirittura si vede il Monte Rosa! Senza però dimenticarne il rifugio, con tanti servizi bike friendly e l’ottima cucina. Per chi ama la mountain bike inoltre va ricordato il percorso sul basalto, che da Bidogno arriva fino alla vetta del Monte Bar, oppure l’anello della Val Colla, di 120 km.

Monte Bar

Monte Bar

Monte Brè

Monte Brè

Monte Generoso

Monte Generoso

Di uguale importanza e divertimento l’ascesa alla vetta del Monte Generoso da Mendrisio, e i 51 Km di itinerari naturalistici con la famosa Grotta dell’Orso e l’anello di Lugano Bike, ben segnalato e servito da numerose attività bike friendly. Fra le curiosità storiche troviamo il Sentiero delle Meraviglie, i ruderi del castello di Miglieglia, i tre castelli medievali di Bellinzona e il Parco Avventura di Gordola, dove è possibile addirittura volare tra gli alberi!

L’area di Berna, situata nel cuore della Svizzera, unisce tradizione e divertimento offrendo occasioni uniche ai cicloturisti. Partiamo subito alla scoperta della vallata del Canton Berna, con un’escursioni dal sapore decisamente particolare: Emmental, 30 Km dalla stazione di Langnau, fino a Hüpfenboden, dove si può visitare il caseificio e scoprire come viene prodotto il formaggio coi buchi. Per chi invece preferisce cimentarsi in percorsi più impegnativi, troviamo la località di Kandersteg, che ha mantenuto l’atmosfera di un antico villaggio di montagna ed è punto di partenza di una fitta rete di percorsi che attraversano tutta la Svizzera: il Passo del Lötschen e la salita al Lago di Oeschinen, un gioiello azzurro incastonato tra le montagne. Il grande sforzo turistico di quest’area si è concretizzato con il Tour delle 4 Valli, anello di 59 Km con 985 mt di dislivello, ben 500 km di percorsi tracciati e il particolare Percorso della Fondue che parte dal caseificio di Schönried, dove si può ritirare lo zaino con tutto l’occorrente. Poi si sale al Rellerli e dopo un’escursione panoramica si prepara la fondue all’aperto.

Bellinzona Lucerna Pilatus

Per concludere questo nostro giro dobbiamo parlare della zona di Lucerna: anche in questo caso ci troviamo nel cuore verde della Svizzera, nella terra del campionissimo del ciclismo su pista Bruno Risi. È la terra del famoso Gotthard Challenge, un anello di 106 km interamente su strada, che è diventato il banco di prova di tutti i salitomani, con pendenze superiori al 10%. I segnavia marroni contrassegnati dal numero 3 – che indicano il percorso ciclabile nazionale Nord-Sud – accompagnano, però, il ciclista su strade pianeggianti e quasi sempre a filo d’acqua. Salendo verso il Monte Rigi, cercando di arrivare a Stoos (famoso per la funicolare che supera pendenze del 110%!) o effettuando l’escursione dell’Anello d’oro del Pilatus, questa zona offre la suggestione di percorsi pianeggianti in riva al lago, dove è addirittura possibile attraversare prestigiosi vigneti che danno vita ai migliori Pinot Nero e Müller Thurgau della Svizzera, nonché l’asprezza di dure salite adatte ai più allenati e tenaci cicloturisti.

Approfondimenti

Ticino

Regione di Berna

Regione di Lucerna

 

COMMENTI